Countrymetrics e valutazione della performance economica ... · PDF fileCountrymetrics e...

Click here to load reader

  • date post

    14-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    213
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Countrymetrics e valutazione della performance economica ... · PDF fileCountrymetrics e...

Ceris-Cnr, W.P. N 13/2004

1

Countrymetrics e valutazionedella performance economicadei paesi: un approccio sistemico[Countrymetrics and economic performance evaluation of countries.A systemic approach]

Mario Coccia

National Research Council of ItalyCeris-Cnr - Institute for Economic Research on Firms and Growthemail: [email protected]

Abstract. The crisis of international markets following recent events such as the terroristattacks, the wars in the East, the growing financial globalisation and integration have raisedan interest in the analysis of country risk. Facing such a turbulent situation of the markets(Emery and Trist, 1965), uncertain for nations and international investors alike, it isextremely important to provide an evaluation of country risk with a basis that must be asobjective as possible in relation to industrialised countries as well as to emerging nations(Cruces et al., 2002). National transparency and good government are importantprerequisites in order to access international financial markets. In relation to the growingrelevance of such issues, this study shall try to measure and evaluate the risk of the countrysystem by means of a new systemic approach. In particular, we shall attempt to calculate amagnitude that can act as an indicator of economic stability and growth prospects as well asof the risk of economic-financial crashes (complement). Moreover, we shall try to elaboratea quality-quantity scale along which countries can be placed according to theirperformance; this scale can also become an indicator of the nations economic stability andcountry risk. The application is based on 51 countries for the 2000-2002 period. Someconcluding remarks and macroeconomics implications conclude the research.

Keywords: Countries risk evaluation, Economic performance, Comparative studies of countries,Economic growth, Systemic approach

JEL Codes: C00; E30; O11; O40; O57

Ceris-Cnr, W.P. N 13/2004

WORKING PAPER CERIS-CNRWorking paper N. 13/2004Anno 6, N 13 2004Autorizzazione del Tribunale di TorinoN. 2681 del 28 marzo 1977

Direttore ResponsabileSecondo Rolfo

Direzione e RedazioneCeris-CnrIstituto di Ricerca sullImpresa e lo Sviluppo

Sede di TorinoVia Avogadro, 810121 Torino, ItalyTel. +39 011 5601.111Fax +39 011 [email protected]://www.ceris.cnr.it

Sezione di Ricerca di RomaIstituzioni e Politiche per la Scienza e la TecnologiaVia dei Taurini, 1900185 Roma, ItalyTel. 06 49937810Fax 06 49937884

Sezione di Ricerca di MilanoDinamica dei Sistemi EconomiciVia Bassini, 1520121 Milano, Italytel. 02 23699501Fax 02 23699530

Segreteria di redazioneMaria Zittino e Silvana [email protected]

DistribuzioneSpedizione gratuita

Fotocomposizione e impaginazioneIn proprio

StampaIn proprio

Finito di stampare nel mese di January 2005

Copyright 2004 by Ceris-CnrAll rights reserved. Parts of this paper may be reproduced with the permission of the author(s) and quoting the source.

Tutti i diritti riservati. Parti di questo articolo possono essere riprodotte previa autorizzazione citando la fonte.

Ceris-Cnr, W.P. N 13/2004

3

INDICE

1. Paese come sistema di forze e definizione del rischio......................................................................... 5

2. Misurazione e valutazione del rischio paese e aspetti teorici sulla valutazione............................. 10

3. Una metodologia di misurazione del rischio paese: lapproccio sismico-sistemico ....................... 123.1. Indici di misurazione dellattivit economica dei paesi ............................................................... 123.2. La magnitudo Coperev ................................................................................................................. 12

4. Applicazione e primi risultati ............................................................................................................ 13

5. Discussione, implicazioni di politica macroeconomica e ruolo della banca centrale..................... 14

Bibliografia ............................................................................................................................................... 16

Appendici Tabelle e figure....................................................................................................................... 19

Working Paper Series (2004-1993) ....................................................................................................... I-V

Ceris-Cnr, W.P. N 13/2004

5

e recenti crisi dei mercati a seguito degliattacchi terroristici, delle guerre in Oriente,della crescente globalizzazione edintegrazione finanziaria, hanno fatto

crescere linteresse per lanalisi del rischio paese.Di fronte a questa situazione di incertezza eturbolenza dei mercati (Emery e Trist, 1965) siaper i paesi sia per gli investitori internazionali dicruciale importanza che la valutazione del rischiopaese abbia delle basi il pi possibile oggettive siaper quanto riguarda i paesi industrializzati, sia per ipaesi emergenti (Cruces et al., 2002). Latrasparenza e il buon governo dei paesi sono delleimportanti condizioni per accedere ai mercatifinanziari internazionali. Il Basel Commiteesuggerisce lo sviluppo di modelli di rischio perrendere pi stabili i mercati finanziariinternazionali. La valutazione del rischio paese si basata molto spesso su diversi approcci comebalanced-score cards, ratings, modelli strutturali,rendimento di interesse ecc. (Bouchet et al., 2003)ed un problema preso in considerazione statoquello delle correlazioni dei default. I primi lavorisu questi tipi di modelli si devono a Lucas (1988)che elabor un approccio basato sui dati storici.Questultimo approccio presenta problemi legatialle difficolt di raccogliere abbastanza dati sulleserie storiche per una accurata stima dellecorrelazioni di default fra i vari paesi. Un altrolimite quello di non riconoscere che lacorrelazione di default tra Argentina e Venezuelapotrebbe essere molto diversa di quella traArgentina e Vietnam. Terzo, le correlazioni didefault variano nel tempo, in tal modo la storia punon riflettere la realt corrente.

Il secondo approccio al default si deve a Merton(1974) e si basa sui possessori di azioni che hannolopzione di vendere i capitali dellimpresa,piuttosto che ripagare il debito, se il valore delcapitale ottenuto sotto il valore del debito. Lideabase che il default del debito avviene se il valoredel mercato dei capitali dellimpresa cade sottolammontare dovuto del prestito. Diversi sono statigli adattamenti a questi modelli e molti studi sonostati dedicati ad analizzare la correlazione deldefault dei paesi del sud America (Ortiz eRodrguez, 2002).

Il rischio del paese molto pi difficile davalutare rispetto, ad esempio, al rischio di creditoper vari motivi: La mancanza di un mercato di liquidit rende

difficile attribuire un prezzo al rischio delpaese per uno specifico debitore e creditore;

Sebbene i paesi hanno una contabilitnazionale, le valutazioni prodotte non possono

essere usate in modo simile alla contabilitdelle imprese;

I paesi non possono andare in bancarotta comeinvece accade nelle imprese.

Il presente lavoro, di fronte allimportanzaassunta da tali problematiche, si propone dimisurare e valutare il rischio del sistema paeseattraverso un nuovo approccio sistemico. Inparticolare si cercher di calcolare una magnitudoche sia indicatore sia della stabilit economica edelle prospettive di crescita, sia (insiemecomplemento) del rischio di crack economico-finanziari. Inoltre si cercher di elaborare una scalaquali-quantitativa dove collocare i vari paesi inbase alle loro performance e che sia un indicatoredella stabilit economica e del rischio paese.

A tal fine la sezione due sar dedicataallapprofondimento dei concetti di rischio, disistema e del rischio del sistema paese, oltre ad unabreve descrizione degli enti che si occupano divalutare il rischio paese e delle definizioni diprevisione (forecast e foresight). La sezione tredescriver metodologie, e linee guida per lavalutazione dei sistemi. La sezione 4 presenta lametodologia di misurazione e valutazione delrischio paese che sar basata su modelli linearichiamati Coperev acronimo che significa Countryperformance evaluation.

La sezione 5 presenta lapplicazione dellametrica su un data base triennale che riguarda unaserie di paesi. Una serie di aspetti conclusivi eimplicazioni di policy chiudono il lavoro.

1. Paese come sistema di forze e definizione delrischio

Il paese pu essere considerato come un sistema,formato da altri sottoinsiemi che si influenzano avicenda. Prima di definire il rischio, si ritieneopportuno approfondire il concetto di sistema.

Un sistema un insieme di parti (materiali edimmateriali) interagenti e coordinati per ilraggiungimento di uno scopo comune. Beer (1973)mostra come gli n elementi di un sistemapresentano n(n-1) relazioni evidenziate attraverso ilegami che uniscono le parti. I paesi sonoconsiderati dei sistemi di tipo aperto, poich hannointerscambi (di energia, materie, informazioni,ecc.) con lambiente (lesterno del sistema), aretroazione, in quanto sono influenzati dal propriocomportamento passato. Il paese essendo unsistema molto complesso di parti interdipendentitra loro ed in relazione con lambiente esterno, pu

L

Ceris-Cnr, W.P. N 13/2004

6

essere analizzato con un approccio sistemico.Questa filosofia di ricerca si rapidamente estesaquando Forrester (1977) elabor la dinamica deisistemi per analizzare la struttura dei sistemicomplessi, siano essi meccanici, sociali o misti.

Il funzionamento e le performance economichedel sistema